Tel.: 0721.1796620     Skype  

Facebook rallenta, Twitter accelera

 Staff     23 Aprile, 2013

Facebook rallenta e Twitter accelera: è il risultato dell’ultimo report della banca d’affari Piper Jaffray (non nuova a ricerche del genere) che ha indagato sugli interessi di circa 5 mila teenager statunitensi.

Pare che  il 30% dei giovani americani abbia eletto Twitter come il social network più importante, appena poco sotto Facebook che primeggia ancora, ma che perde. Interessante è anche il risultato di Instagram che registra un +5, passando quindi dal 12% al 17% nell’indice di gradimento generale, mentre Google+ si ferma al quarto posto, con solo il 5% di interesse, addirittura un -1 rispetto alla primavera  del 2012.

Il resoconto di Piper Jaffray ha indicato un altro segnale: il 76% dei ragazzi e il 79% delle ragazze ha affermato di aver fatto shopping online, mentre un intervistato su due afferma che i propri comportamenti di consumo sono influenzati dai propri contatti in rete.         
Il mercato statunitense è diverso da quello italiano e il comportamento dei teenager è spesso differente da quello degli adulti, ma è anche vero che le strategie dei più grandi social sono basate soprattutto sull’andamento americano.

Quali saranno quindi i prossimi passi che seguiranno i social network per mantenere vivo il proprio business?
Pare che Twitter abbia comprato We Are Hunted, piattaforma specializzata nel monitoraggio di blog, social network e reti BitTorrent per la compilazione di classifiche e che Facebook stia programmando in segreto i messaggi a pagamento, cioè un sistema attraverso cui  si potranno contattare gli utenti che non rientrano nella cerchia di amicizia. E non solo: secondo indiscrezioni si potranno contattare anche attori e personalità famosi a un prezzo più alto dei tradizionali messaggi.         

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo e lascia un commento.          
Iscriviti alla NEWSLETTER per ricevere i nostri prossimi post.