Tel.: 0721.1796620     Skype  

Perché scegliere Twitter?

 zarricomunicazione     3 Dicembre, 2013

twitter_fotoinevidendaPerché scegliere Twitter? Semplice: perché offre la possibilità di condividere news, idee, pensieri in tempo reale, di diffondere la notizia nel momento stesso in cui accade, direttamente dalla fonte. Perfetto per creare un passaparola sincero tra i propri followers, è ormai indiscusso indispensabile strumento del web marketing. Vi starete chiedendo adesso: in che modo può essere un valido strumento di supporto per i vostri affari? Vi rispondiamo con un’altra domanda (lo sappiamo che non si fa): perché spendere in costose campagne pubblicitarie quando è possibile entrare in contatto con i potenziali utenti in una maniera molto più diretta?

Twitter è il modo più diretto per farvi conoscere nel profondo, la vostra personalità, la vostra essenza. Pubblicate aggiornamenti ogni qual volta avrete qualcosa da dire, rispondete a domande del tipo: Cosa sto facendo in questo momento?, A cosa sono interessato, Cosa attrae la mia attenzione, e vedrete che gli utenti apprezzeranno. Com’è che era il detto: farvi conoscere per conoscere. Più o meno.

Non preoccupatevi della frequenza dei post. Anzi, più pubblicate meglio è. D’altronde alla base di Twitter c’è il servizio istantaneo. Twitter non vuole tempi morti. Tutto è immediato. Se scegliete di farvi pubblicità tramite una newsletter dovrete contattare i clienti e sperare in una loro risposta. Con Twitter i tempi di attesa vengono annullati: contattate gli utenti e otterrete immediatamente le loro risposte. Nel caso in cui i vostri prodotti o servizi piacciano, le persone inizieranno a parlarne. Effetto reazione a catena. E sappiamo tutti come il passaparola sia la migliore forma di pubblicità 😉

Un trucco: con Twitter, il vostro target di mercato è a portata di mano. Studiate i vostri followers, scoprirete quali interessi hanno, o potete chiedergli quali siano le loro esigenze e ottenere idee direttamente da loro. Soprattutto imparate da ogni commento. Qualsiasi commento, infatti, può rivelarsi utile. Utilizzate i commenti positivi per programmare la condotta futura e sfruttate eventuali critiche per ridurre gli errori. Occhio ai commenti negativi: possono essere davvero bruschi.

Non ci starete dicendo che non state già guardando a Twitter come a un tool promozionale? Non vi resta che realizzare dei buoni post. I post ben scritti, che informino il lettore in maniera chiara, possono fare miracoli per il vostro business.

Gli argomenti per fare bingo

Ecco il primo dubbio: cosa scrivo? Come catturo l’attenzione del mio follower? 5 consigli infallibili (o almeno presunti tali): condividete info e link su argomenti che vi interessano (e che quindi interesseranno anche ai vostri utenti); fate domande, per sollecitare alla partecipazione; fate conoscere la vostra opinione sulle novità, così da farvi vedere informati; pubblicate dei consigli, magari provenienti dalla vostra esperienza; condividete link di siti di altre aziende ed esprimete un parere in proposito (un segreto: gli utenti amano i post che contengono link a siti web di qualità, video o informazioni). Ricordatevi di usare gli short link, naturalmente.

 

Ogni buona relazione si basa sull’equilibrio tra dare e ricevere. Date ai vostri utenti qualcosa che possano condividere. Non abbiate mai paura di lasciarvi coinvolgere. Rispondete ai vostri lettori, ringraziate i followers che decidono di condividere un vostro post e condividete anche voi i tweet degli altri utenti.

Scrivete una frase alla quale desidereranno replicare e, nel caso lo facciano, rispondete magari cercando il modo che anche altri utenti interagiscano con nuovi contributi.

Bando alle ciance

Ora la domanda è: come scrivere un messaggio efficace in soli 140 caratteri?

Ne abbiamo parlato un paio di settimane fa: la particolarità di questo social è il limite massimo di carattere dei post, fisso a 140 caratteri. I messaggi, pertanto, dovranno essere brevi e incisivi. Ma non è sempre facile arrivare al succo del discorso con un numero di battute così limitate. Che la sfida abbia inizio. La strategia vincente è individuare i contenuti chiave che vogliamo diffondere, le caratteristiche salienti del nostro lavoro. Focalizzati? Bene. Ora non vi resta che descriverli senza mezzi termini o giri di parole. Insomma: puntate direttamente all’essenza.

Ricordatevi che niente è impossibile. Ecco due esempi di #raccontweet (racconti compiuti in questi benedetti 140 caratteri): “Andava al cimitero tutti i giorni a piangerlo. Era così regolare che il custode, quando andava in ferie, le lasciava le chiavi”; “Il vecchio guardava, dall’alto della collina, la grande vallata che si stendeva ai suoi piedi, ricordando le antiche speranze”.

Netiquette di Twitter

Promemoria: in tutti i social network è presente un galateo, e Twitter non fa eccezione.

  1. Rispondete a tutte le repliche. Se qualcuno commenta un vostro messaggio, ricordatevi di rispondere. Se nelle repliche volete fornire delle informazioni troppo personali per essere condivise con tutti gli utenti, assicuratevi di utilizzare la funzione ‘messaggio diretto’.
  2. Non scrivete in maiuscolo. Si tratta di una regola generale del galateo di Internet.
  3. Controllate regolarmente il vostro account. Fate in modo diventi una routine quotidiana, in modo da non perdere i contatti con le persone che vi seguono.
  4. Non pubblicate lo stesso link più di una volta.

Quindi? Vi abbiamo convinto? Dai, almeno diteci che proverete. Potete prenderla come una sfida, e se Twitter riuscirà a farvi cambiare idea, beh… ce ne prenderemo il merito 😀 Fateci sapere! Ah! Ovviamente vanno bene anche commenti negativi (bruschi). Almeno rispondeteci a questa domanda: vi è stato utile questo post? E ricordatevi: domandare è lecito…